top of page

D.L. n. 48/2023: Misure urgenti per l’inclusione sociale e l’accesso al mondo del lavoro

Circolare n. 13/2023


Lo scorso 4 maggio è stato pubblicato in G.U. n. 103 il c.d. Decreto Lavoro (D.L. n. 48/2023).

Il decreto è entrato in vigore il 5 maggio 2023.


Come prevedibile, il provvedimento risulta alquanto articolato, avendo introdotto una serie di modifiche a misure già in essere insieme e nuovi provvedimenti.

In ragione della corposità del testo pubblicato, ed in attesa degli auspicati chiarimenti sulle misure introdotte, di seguito si procede ad una sintesi di alcuni dei punti di maggior interesse per i datori di lavoro.


Sicurezza (artt. 14 -18):

Il D.L. n. 48/2023 al Capo II interviene in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, apportando modifiche al decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.

In particolare, viene disposta l’estensione delle misure di tutela previste nei cantieri anche per i lavoratori autonomi, l’obbligo dell’aggiornamento del DVR in caso di attivazione di percorsi di alternanza scuola/lavoro con individuazione dei responsabili del percorso di tirocinio. Viene istituito, inoltre, un Fondo a sostegno delle Famiglie di studenti vittime del lavoro.


Viene apportata una modifica all’art. 25 comma 1 del Decreto Legislativo n. 81/2008. La lettera e) prevede che il medico competente “consegna al lavoratore, alla cessazione del rapporto di lavoro, la documentazione sanitaria in suo possesso (...) e gli fornisce le informazioni riguardo la necessità di conservazione”. Con il Decreto in commento è aggiunta la lettera e-bis), che prevede che il medico competente richieda al lavoratore, in occasione delle visite di assunzione, la cartella sanitaria rilasciata dal precedente datore di lavoro e ne tiene conto del contenuto ai fini della formulazione del giudizio di idoneità.

Vuoi saperne di più?

Iscriviti a studiopiceci.it per continuare a leggere questi post esclusivi.

Post recenti

Mostra tutti

Rapporto biennale Pari Opportunità

Notizia Flash n. 14/2024 Il Codice delle Pari Opportunità, entrato in vigore nel 2006, dispone l’obbligo per le società pubbliche e private che occupino oltre cinquanta dipendenti di redigere su base

Fine proroga Smart Working agevolato

Notizia Flash n.13/2024 Il 31 marzo scade il termine previsto dalla Legge di conversione n. 191/2023 del Decreto-legge n. 145/2023 (cd. Decreto “Anticipi”), entro il quale si è garantito il diritto al

Comments

Couldn’t Load Comments
It looks like there was a technical problem. Try reconnecting or refreshing the page.
bottom of page